Ultime Notizie

Partners Istituzionali

 

www.alitalia.com/it_it

www.alitalia.com/it_it

Alitalia  – Società Aerea Italiana (alitalia.com) è la principale compagnia aerea Italiana e ha avviato le operazioni il 1 gennaio 2015 dopo aver rilevato le attività operative di Alitalia – Compagnia Aerea Italiana, poi rinominata CAI. CAI detiene una quota di controllo in Alitalia pari al 51% e il rimanente 49% delle azioni è di proprietà di Etihad Airways, compagnia di bandiera degli Emirati Arabi Uniti.

La compagnia dispone di una flotta tra le più efficienti e giovani d’Europa (8 anni l’età media) composta da 120 aerei, di cui 24 di lungo raggio (10 Boeing 777-200 LR, 14 Airbus A330-200), 76 di medio raggio (12 Airbus A321, 42 Airbus A320, 22 Airbus A319) e 20 regional (5 Embraer 190 e 15 Embraer 175).

www.coni.it

Il CONI, emanazione del Comitato Olimpico Internazionale (CIO), è autorità di disciplina regolazione e gestione delle attività sportive nazionali. Il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Ente pubblico cui è demandata l’organizzazione e il potenziamento dello sport nazionale, promuove la massima diffusione della pratica sportiva. Dopo le ultime modifiche normative del D.L. 8 gennaio 2004 (n. 15), è la Confederazione delle Federazioni Sportive e delle Discipline Associate. Fondato il 9 e 10 giugno del 1914 a Roma in via permanente, oggi il CONI è presente in 102 Province e 19 Regioni, riconosce 45 Federazioni Sportive Nazionali, 19 Discipline Associate, 14 Enti di Promozione Sportiva Nazionali e 1 territoriale, 20 Associazioni Benemerite. A questi organismi aderiscono circa 95.000 società sportive per un totale di circa 11 milioni di tesserati (Fonte Istat e Censis).

www.lnd.it

www.lnd.it

Il cuore del Calcio Un sistema che muove milioni di appassionati
 Con 1.300.000 giocatori tesserati (comprensivi dell’attività ufficiale e di quella amatoriale e ricreativa), quasi 15.000 Società e 70.000 squadre impegnate in circa 700.000 partite a stagione, la Lega Nazionale Dilettanti rappresenta la quasi totalità del calcio italiano. Un universo che, per la sua diffusione capillare sul territorio nazionale e per la variegata articolazione dell’attività agonistica cui dà origine, richiede una gestione efficiente, capace di garantire i servizi di assistenza e il supporto organizzativo necessari per dare vita ad una passione che coinvolge milioni di italiani: i giocatori prima di tutto, ma anche le loro famiglie, i tifosi, i volontari che prestano la loro opera nelle singole Società. Nata nel 1959 dalla necessità di amministrare la più complessa realtà calcistica italiana, la Lega Nazionale Dilettanti ha il compito di tutelare, migliorare e promuovere il calcio dilettantistico, mettendo la sua imponente struttura operativa al servizio della Società Civile per divulgare lo spirito del calcio e farsi portavoce, anche a livello istituzionale, del sistema di valori educativi di cui esso è espressione. Le Funzioni Gestionali e di Rappresentanza La Lega Nazionale Dilettanti, attraverso la sua Sede Centrale, le Divisioni Nazionali e gli organi periferici (Comitati Regionali, Delegazioni Provinciali e Distrettuali), svolge le tre funzioni fondamentali di coordinamento delle attività, rappresentanza nei confronti delle istituzioni, offerta di servizio per le Società e per gli sportivi.

Logo FIGC SGS_small

www.figc.it

La F.I.G.C. promuove, disciplina ed organizza, con finalità tecniche, didattiche e sociali, l’attività dei giovani calciatori in età compresa tra i cinque e i sedici anni attraverso un apposito Settore per l’attività giovanile e scolastica. Per raggiungere questi obiettivi e per seguire ed organizzare tale attività, il Settore si avvale di strutture periferiche che curano l’attività stessa a livello regionale, all’interno delle quali operano centinaia di dirigenti e tecnici in regime di volontariato, con compiti organizzativi e promozionali. L’attività calcistica giovanile può essere configurata in tre diversi momenti: attività ad indirizzo promozionale e didattico che comprende la fascia di età 5 / 12 anni denominata ATTIVITÀ DI BASE ; attività ad indirizzo agonistico che comprende la fascia di età 12 / 16 anni denominata ATTIVITÀ AGONISTICA; attività calcistica in ambito scolastico denominata ATTIVITÀ SCOLASTICA; Rientrano nell’attività di base (5/12 anni) le scuole di calcio ufficialmente riconosciute dalla F.I.G.C., operanti su tutto il territorio nazionale. Tra i propri impegni istituzionali, il Settore Giovanile e Scolastico annovera anche quello relativo alla formazione ed all’aggiornamento dei tecnici giovanili. Ogni anno il Settore Tecnico, in collaborazione con il Settore Giovanile e Scolastico e la L.N.D., organizza corsi attraverso i quali vengono formati gli Allenatori di base. Anche in ambito scolastico il Settore provvede all’organizzazione di corsi formativi ed informativi, riservati agli insegnanti elementari e di educazione fisica appartenenti a scuole di ogni ordine e grado.

www.asroma.it

www.asroma.it

Nell’estate del 1927, con grande soddisfazione degli sportivi romani
dell’epoca, attraverso la fusione fra le tre società sportive romane la
Fortitudo-Proroma, il Roman Football Club e l’Alba-Audace, nacque
l’Associazione Sportiva Roma, come annunciato dai
maggiori quotidiani dell’epoca (tra gli altri Il Messaggero e La
Gazzetta dello Sport nella sua edizione romana). L’accordo fu
raggiunto nel tardo pomeriggio del 7 giugno 1927. A fissare i quadri e
l’operatività del Club, il 22 luglio del 1927, con l’Ordine del giorno
numero 1 emanato nei locali del civico 35 di via Uffici del Vicario, fu l’On. Italo Foschi, che già da molti mesi nelle riunioni con i
presidenti delle altre tre società aveva proposto l’idea di riunire
gli sportivi romani intorno ad una grande squadra che potesse
contrapporsi alle squadre del Nord. Lo stesso Italo Foschi ne assunse
la presidenza, mentre fu la lupa capitolina a essere eletta come
simbolo per rappresentare il club. Inoltre i colori sociali scelti, in cui si riconosceranno con grande consenso tutti i tifosi, furono quelli del gonfalone del Campidoglio: il giallo e il rosso.