Ultime Notizie

CONCLUSO IL TROFEO DEL PETROLIO: BILANCIO POSITIVO PER L’ALITALIA CALCIO

Abbiamo raccolto le dichiarazioni del Vice Presidente Carlo Foschi e del Dirigente Antonio Melchiorre per fare un bilancio della partecipazione Alitalia al Trofeo del Petrolio Serie A. Con l’occasione la Società ASD Alitalia Calcio ringrazia gli organizzatori dell’A.I.C.S., la sezione arbitrale dell’A.R.A., lo staff dirigenziale dell’Alitalia Calcio, il Mister Ezio Sella e tutti quanti i ragazzi che hanno partecipato al Trofeo!

Carlo Foschi: “Innanzitutto siamo molto felici di esser tornati a disputare un Trofeo così prestigioso e soddisfatti del percorso effettuato quest’anno. Il settimo posto finale è comunque un punto dal quale ripartire, siamo consci che dobbiamo migliorare su alcuni aspetti, a partire da quelli organizzativi e di allenamento per presentarci al meglio in campo. Nella AICS Roma Cup il percorso è stato entusiasmante: abbiamo raggiunto la semifinale perdendo con la squadra che poi si è aggiudicata la Coppa; in termini di titoli individuali siamo riusciti a conquistare il Premio di Miglior Allenatore con Ezio Sella e Capocannoniere con Claudio Piergiovanni, insomma non male. In particolare però siamo orgogliosi di aver conquistato il Trofeo Disciplina relativo al campionato di Serie A. Per noi è un qualcosa che vale molto, che ci consente di continuare a trasmettere a tutti quei valori che rappresentano l’Alitalia Calcio e l’Azienda. Rispetto ed educazione per noi vengono prima di tutto e questo trofeo ci rende orgogliosi. Per chiudere volevo ringraziare tutti i ragazzi e lo staff tecnico e dirigenziale che si è dedicato con passione a questa manifestazione, rappresentando al meglio la Società Alitalia Calcio. Grazie a tutti!”

Antonio Melchiorre: “Tracciando un bilancio complessivo e generale posso dire di ritenermi soddisfatto. Tornavamo in questa competizione dopo anni, un campionato lungo con ottime squadre che abbiamo affrontato cercando sempre di dare il massimo. Dopo un inizio positivo con una serie di vittorie, gli infortuni e alcuni forfait di giocatori importanti hanno condizionato un po’ tutta la stagione. Purtroppo non siamo mai riusciti a schierare la stessa formazione e quindi c’è stata poca continuità in termini di uomini e di conseguenza di risultati. Questo forse è l’unico rammarico. Contenti per esser riusciti a creare un gruppo composto da un mix di giocatori giovani ed alcuni esperti, un punto di partenza per costruire una squadra che possa competere per le zone alte della classifica. Guardiamo al futuro con molto ottimismo, determinati a crescere e migliorare il risultato finale di questa stagione.”